mercoledì 3 agosto 2016

Mind Map: Present Continuous per la quinta elementare


Present Continuous 



Ecco un'altra Mind Map per la quinta elementare: Present Continuous.
Questo è uno degli ultimi argomenti del programma d'inglese delle elementari, quindi con le ragazzine del Play Group di quinta abbiamo lavorato a lungo su questo tempo verbale. 
Quando usarlo e come riconoscerlo non è stata cosa facile da capire. il fatto che in italiano di dica "STO mangiando" mentre in inglese si usa il verbo To be e quindi "SONO mangiando" ha messo un po' in crisi le fanciulle all'inizio.

Questa Mind Map è per la quinta elementare, quindi, negli usi, non c'è il futuro ma solo:
  • per parlare di un'azione nel momento in cui si sta svolgendo
  • per descrivere un'azione di durata temporaea
  • per descrivere un'azione ripetitiva e fastidiosa (con always


Sono evidenziate le regole ortografiche per l'aggiunta del suffisso -ING:
  • se il verbo termina in E questa cade aggiungendo -ING
  • se il verbo termina in Y si aggiunge semplicemente -ING 
  • terminano per -IE questa si trasforma in  Y
  • se il verbo è monosillabico e termina con una sola consonante preceduta da una sola vocale: la consonante raddoppia


Le KEY WORDS che aiutano ad identificare quando si deve usare il P.Continuous o quando viene usato : now, in this moment, this year/week/month, Look!, Listen!



Le Mind Map sono rappresentazioni grafiche e visive del processo del pensiero, di un ragionamento: sono state inventate da Tony Buzan uno psicologo inglese, conosciuto come autore di manuali su tecniche di apprendimento e di memorizzazione che sono hanno raggiunto una vastissima popolarità.. Buzan ritiene che le Mind Map siano un ottimo  strumento, basato sull'immenso potere della nostra mente di fare associazioni e connessioni, per prendere appunti, ricordare e organizzare i pensieri in modo naturale, cioè “ramificato”.
La Mind Map risulta efficace in quanto ha lo stesso tipo di struttura del nostro cervello quindi non solo ci aiuta a memorizzare ma stimola anche la nostra creatività.



Queste mappe vengono spesso usate nelle scuole con bambini che hanno disturbi dell'attenzione, difficoltà a concentrarsi, a riassumere i concetti. Sono ottime anche per chi soffre di dislessia perchè il soggetto si può concentrare sulla "figura" con cui viene rappresentato un concetto, senza bisogno di leggere tutte le parole.


Altre Mind Maps che ti potrebbero interessare:

Nessun commento:

Posta un commento