lunedì 31 dicembre 2012

Pasta da modellare

 

Certamente avrete presente questi uccellini arrabbiati
gli ANGRY BIRDS 

Beh... noi li abbiamo riprodotti utilizzando la nuova pasta da modellare che ci ha portato Babbo Natale.
Si tratta di una pasta leggera e con un buon profumo, facilmente modellabile che secca all'aria in 24 ore.
Si chiama A-Clay e troverete in questo sito molte informazioni e molte idee.

Alle bambine è piaciuta moltissimo e quindi dopo gli Angry Birds originali, quelli inventati... credo continueranno la produzione facendo lavorare la loro inarrestabile fantasia!



domenica 30 dicembre 2012

Esperimento con il lievito di birra

Chiara ed Anna mi hanno visto spesso usare il lievito di birra, sia per preparare la base per la pizza, quella a lievitazione veloce e anche quella lenta e anche per preparare il pane (alle olive e ai semi di chia).

Questa volta non abbiamo preparato nessun impasto, ci siamo solo soffermati a chiederci: 

perché il lievito gonfia l'impasto?

I lieviti sono esseri viventi molto ghiotti di zucchero. Nella farina c'è molto zucchero, l'amido. 
Quando i lieviti lo mangiano, liberano un gas, l'anidride carbonica (la stessa che c'è nell'acqua gassata) 
che fa gonfiare l'impasto.

Abbiamo verificato questa risposta con un semplicissimo esperimento.
Occorrente:
  • acqua tiepida
  • cucchiaino
  • due bicchieri uguali e trasparenti
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 3 cucchiaini di zucchero semolato

Procedimento:
  1. versare la stessa quantità di acqua tiepida nei due bicchieri, riempirli circa a metà
  2. aggiungere i 3 cucchiaini di zucchero ad un solo bicchiere e mescolare bene fino a scioglierlo
  3. sciogliere mezzo cubetto di lievito per ogni bicchiere
  4. lasciar riposare per 10-15 minuti
  5. osservare
  6. avvicinare l'orecchio 



Chiara poi ha riportato le considerazioni sul suo quaderno.

Cosa osservi?
Ho notato che nel bicchiere con lo zucchero si sono formate delle bolle e ha lievitato di più.

Cosa senti?
Quando avvicino l'orecchio al bicchiere con lo zucchero sento un rumore, invece nell'altro bicchiere non sento niente.

Conclusione: per fare gonfiare di più l'impasto serve lo zucchero che fa lavorare di più il lievito.



sabato 29 dicembre 2012

Christmas Cookies ... just in case ;)

Ecco... lo so che sono in ritardo, però se vi dovessero servire delle idee per i biscotti da regalare durante le feste (anche per la calza della Befana) ecco qui i nostri suggerimenti.


  • Biscotti di pasta frolla tagliati dalle bambine con stampini natalizi
  • Lebkuchen senza ostia 

 Ingredienti:

  • 550gr di farina tipo "00"
  • 100gr di burro morbido
  • 100gr di zucchero
  • 250gr di miele
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di bicarbonato
  • 1 pizzico di sale
  • 1 o due cucchiai di latte per amalgamare
  • buccia d'arancia finemente grattugiata
  • buccia di limone  finemente grattugiata
  • 30gr di Lebkuchen-gewürz una miscela di spezie finemente macinate (cannella, coriandolo, anice stellata, finocchio, noce moscata, chiodi di garofano, cardamomo) .
Mescolare burro, miele e zucchero fino ad ottenere un composto omogeneo.
Aggiungere un pizzico di sale e l'uovo e mescolare finché quest'ultimo verrà incorporato.
A questo punto setacciare la farina con il bicarbonato e i 30gr di Lebkuchen-gewürz ed amalgamarla all'impasto.
Aggiungere il latte necessario per impastare.

Avvolgere la massa nella pellicola trasparente e lasciarla riposare nel frigorifero un ora.

Stenderla come una frolla e ritagliare delle formine a tema.
Cuocere per 8/10  minuti a 180°C

Noi li abbiamo confezionati così e li abbiamo regalati a parenti ed amici!



















Altre idee per i biscotti delle feste:






venerdì 28 dicembre 2012

Venerdì del Libro: A Charlie Brown CHRISTMAS

Finalmente eccomi di nuovo qui a presentare un libro per  I Venerdì del Libro di  HomeMadeMamma!

Questa volta si tratta di un libro davvero speciale un classico dei PEANUTS in edizione speciale, con la possibilità di registrare la propria voce che legge il libro.

Un regalo stupendo che ci ha mandato dalla California la madrina di Anna, la dolcissima Rossana ha registrato una dedica per le bambine e poi ha cominciato a leggere il libro per loro.

Così per Natale abbiamo avuto un bellissimo audiobook personalizzato: un regalo dolcissimo e utilissimo!





Christmastime was here - the time when snowflakes fell softly and the sounds of carols rang through the air. It was the time filled with cheer, and everyone was happy. Everyone, that is, exept for Charlie Brown.

He decided to get some help from his friend Lucy.
"You need to get involved in a Christmas project," she declared.
"How would you like to be director of our Christmas play?"

Charlie Brown didn't know anything about directing a play, but he didn't want to let anyone down either.



Qui potete trovare altri libri con la possibilità di registrare Hallmark recordable storybook




giovedì 27 dicembre 2012

Finalmente a casa ... decorazioni con le arance!

Questo periodo è stato ovviamente frenetico per il mio lavoro, i giorni di riposo son saltati, ho lavorato la domenica prima di Natale e anche a Santo Stefano... tutto ok, tutto nella norma.
Beh, nella norma della mia vita pre-figlie, quando lavoravo veramente (ora lavoro solo 40 ore la settimana). Ora che son tornata al mio vecchio lavoro ma che ho anche due figlie e un marito latitante (ovvero pendolare a lungo raggio) tutto è diventato leggermente più frenetico.

Tutto sommato me la son cavata bene, ho fatto tutto ciò che avevo intenzione di fare, persino un laboratorio con la classe di Anna, non ho trascurato le figlie con le quali sono comunque riuscita a fare parecchie cose.

Ne ha risentito il blog che non è stato aggiornato in tempo reale, ci ho anche provato, ma alla sera crollavo addormentata come un sasso... spesso sul divano, nel vano tentativo di guardare qualcosa di interessante in tv... svegliandomi poi in piena notte solo per trascinarmi in camera ripromettendomi di non ricascarci il giorno dopo e di filare a letto appena terminate le incombenze serali.
Quindi, in questi giorni, provvederò a scrivere i post con le varie attività svolte durante il mese di Dicembre.

Cominciamo con questo lavoretto semplice ma d'effetto, l'avevo proposto l'anno scorso ai bambini del play-group e le mie figlie hanno voluto rifarlo anche quest'anno.

Vi serviranno solo delle arance, dei chiodi di garofano e qualche pezzetto di cannella in bastoncino per ottenere delle decorazioni da appendere all'albero o da mettere al centro della tavola che creeranno atmosfera e rilasceranno un buon profumo nella vostra casa.

giovedì 20 dicembre 2012

Christmas cookies con i bambini di prima elementare.

Mercoledì sono andata alla scuola di Anna ed ho fatto un laboratorio con le due classi di prima.
Ho portato dei biscotti che i bambini hanno poi decorato a pennello con glassa colorata.

BABBO NATALE CON GLI OCCHI AZZURRI IN PdZ E LA BARBA BIANCA DI COCCO

ANGIOLETTI ROSA E AZZURRI

STELLE COMETE

martedì 11 dicembre 2012

Torta "velica": buon compleanno Linda!

Per festeggiare l'ottavo compleanno di Linda:
ecco una torta-lavagna dove è rappresentato lo schema della sua prima regatina su Optimist.
Si tratta della regata di fine corso alla quale Linda e Chiara hanno partecipato a Giugno.

La torta vorrebbe essere la riproduzione della lavagna magnetica che c'è nell'aula di teoria,
dove gli istruttori disegnano i percorsi delle regate e spiegano le regole veliche.


sabato 8 dicembre 2012

Montessori e computer!

Qui Anna svolge delle addizioni che ha trovato in un gioco del computer... 
aiutandosi con le Aste Numeriche della Montessori!



giovedì 6 dicembre 2012

Porta tovaglioli... non proprio, porta.

Se anche voi, come me, avete un pessimo rapporto con i porta tovaglioli: io li perdo sempre nel cassetto, si sfilano da soli dai tovaglioli. Inoltre le bambine tendono a rubarli per metterli nella loro cucinetta.

Beh, se anche voi sete un po' come me, questa soluzione vi tornerà comoda.
Basta scrivere i nomi con dei pennarelli da stoffa, fissare il colore con il ferro da stiro e così ognuna avrà il proprio tovagliolo senza timore di confonderlo con gli altri!


domenica 2 dicembre 2012

Esercitiamoci a leggere meglio, con le Famiglie di Parole!

Anna legge in modo un po' strano, non legge le sillabe, ma legge lettera per lettera e poi dice la parola intera.
Per esempio sempio se Anna deve leggere la frase LA MAMMA VA AL MERCATO, la legge così:
L-A  LA  M-A-M-M-A  MAMMA  V-A VA  A-L AL M-E-R-C-A-T-O MERCATO
Non so bene come aiutarla ad imparare a leggere le sillabe, ho pensato però che questo post di lapappadolce potesse aiutarmi.

Così ieri pomeriggio ho creato alcuni tubi e alcuni libretti per facilitare la lettura, dividendo le parole in "famiglie".
Per "famiglie di parole" si intendono gruppi di parole con finale uguale ma che differiscono per la lettera iniziale o il gruppo di lettere iniziali.

C-ANE
P- ANE
R- ANE
T- ANE

Prendendo l'idea dal sito de lapappadolce ho realizzato questi primi strumenti che sono risultati molto efficaci e anche accattivanti, stimolando Anna a leggere in modo diverso.

Con un tubo di cartone della carta igienica, una striscia di cartone ondulato, preso da uno scatolone, costruite questi piccoli pull-out dove, facendo scorrere la striscia interna compaiono nuove parole.

V - ASO  
C - ASO  
R - ASO 
N - ASO




Se non avete  a disposizione dei rotoli, potete creare questi semplici libretti formati da una pagina più lunga dove scriverete la finale della parola (ciò che identifica la famiglia) e poi tante pagine più corte sulle quali scriverete le varie lettere per formare parole diverse:

B - OTTO
C - OTTO
D - OTTO
L - OTTO
M - OTTO
R - OTTO
S - OTTO





Prossimamente realizzerò dei libretti anche per Chiara, per aiutarla a leggere in inglese!

sabato 1 dicembre 2012

Torta veliero: buon compleanno Comandante


















La torta decorata da Chiara per il compleanno del papà!


La torta è semplice e morbidissima, non troppo dolce, si mantiene bene. Noi l'abbiamo farcita con la nutella ma è ottima anche senza nulla.
La ricetta risale ai tempi del ginnasio, me la diede il mio professore di lettere...
Ingredienti:

  • 1 vasetto di yogurt
  • 1/2 vasetto di olio
  • 150gr di zucchero
  • 300gr di farina
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
cuocere a 180°C per circa 40 minuti.
Ricetta sufficiente per uno stampo da 26, io l'ho cotta in uno stampo quadrato per poter realizzare la barca a vela.
Una volta raffreddata la torta, tagliatela diagonalmente ottenendo due triangoli.
Un triangolo sarà la vela più grande. Dal secondo triangolo ricaverete lo scafo e la vela più piccola, semplicemente tagliando un triangolo dall'angolo ottuso.
Farcite a piacere e decorate con glassa o frosting.

venerdì 30 novembre 2012

Il Venerdì del Libro



Questa settimana ritorno al Venerdì del Libro di Homemademamma dopo un lungo periodo di assenza, proponendovi un libro in inglese per piccoli lettori.

Alla libreria Giunti ho trovato questi libretti dotati di cd, si tratta di una collana di fiabe famose, scritte in inglese, in forma facilitata a seconda del livello scelto.
Questi libri li conoscevo già da parecchio, ne avevo regalati in passato a bambini delle elementari, prima ancora di diventare mamma... la novità sta nel fatto che ora questi libri sono corredati di cd.

Fin'ora avevamo sperimentato solo audiobooks inglesi o americani, dove il cd era davvero un gran supporto, con una narrazione eccellente e coinvolgente.

Purtroppo in questo caso invece il cd serve solo per una corretta pronuncia (forse più alla madre che hai bambini) perché la voce narrante si presenta monotona e per nulla coinvolta nel racconto.

Qui potete vedere un estratto delle pagine del libro.
Il primo livello è adatto a bambini di seconda/terza elementare, l'intera fiaba è scritta al presente.
Poche e semplici frasi per ogni pagina dove campeggia un'illustrazione che può essere di grande aiuto nella comprensione del testo.

Alla fine del racconto ci sono le pagina con la traduzione (per i genitori).

Uno Short Summary di due pagine, con alcune parole chiave rappresentate da un disegno, aiuteranno il bambino a mandare a memoria alcuni vocaboli. Trovo sia ottimo imparare dei vocaboli contestualizzandoli e non semplicemente mandando a memoria una lista di parole avulse dal testo.

Qualche pagina è dedicata a giochi come find the differences. match the words, crossword, wordsearch, join the numbers...

Alla fine un piccolo dizionario inglese/italiano, scritto in stampato maiuscolo, suddiviso in sostantivi, aggettivi e verbi, potrà aiutare i piccoli lettori a comprendere maggiormente il testo.

Se i bambini sono più piccoli il libro è comunque un valido aiuto, lo leggeranno i genitori.
Il mio consiglio è di comperare il libro senza cd, che ha un prezzo inferiore, perché il cd non è affatto uno strumento utile al bambino.
Alcuni titoli della collana li potete trovare qui.

sabato 24 novembre 2012

Abra-Cadabra... una torta Magica!

Anche oggi mi sono cimentata nel reinterpretare una delle ricette di Natalia , ancora una volta una torta senza UOVA, LATTE, BURRO e nel nostro caso anche senza GLUTINE.
Anche questa torta era per Nic che è intollerante al frumento, alle uova e ai latticini.
Ecco gli ingredienti che ho usato io:

300 gr di un'ottima farina senza glutine della Werz (ingredienti: riso, miglio, grano saraceno e farina di carruba) aggiungendo 50gr di farina di mais fioretto.
1 bustina di lievito consentito per celiaci oppure di Cremor Tartaro
200ml di latte di riso
la buccia di un'arancia
50ml di succo d'arancia
200gr di zucchero
80ml di olio di semi
scaglie di mandorle per la superficie


Mischiate lo zucchero, la raspatura di arancia con l'olio e mescolate bene.
Aggiungete il latte di riso e le farine miscelate con il lievito alternandoli.
Versate il composto nel fornetto Versilia ben unto e cuocete sul fornelletto del caffè per circa 1ora.


Altre ricette con il fornetto Versilia:

venerdì 23 novembre 2012

This Moment


A  Friday ritual. A single photo - no words - capturing a moment from the week. A simple, special, extraordinary moment. A moment I want to pause, savor and remember. If you're inspired to do the same, leave a link to your 'moment' in the comments for all to find and see.
By Soulemama.

venerdì 16 novembre 2012

This Moment


A  Friday ritual. A single photo - no words - capturing a moment from the week. A simple, special, extraordinary moment. A moment I want to pause, savor and remember. If you're inspired to do the same, leave a link to your 'moment' in the comments for all to find and see.
By Soulemama.


giovedì 15 novembre 2012

Biscotti "quasi" della salute...

... e sì, quasi.
Perché, come al solito ho replicato una ricetta di Natalia modificandola un po' , adeguandola a ciò che avevo in casa.
La ricetta è stata espressamente richiesta da Chiara "mi fai i biscottini rotondi con la matita, quelli di Natalia?".
Detto fatto, ricetta velocissima e buonissima.

Quindi ho fatto i suoi biscotti della salute con un paio di modifiche ed ecco a voi gli ingredienti che ho usato io:

190gr di farina integrale
60gr di segale
100ml di olio E.V.O.
raspatura di limone
2 bustine di zucchero vanigliato + zucchero semolato fino ad arrivare a 100gr
1 uovo

Impastare velocemente, io non ho lasciato la pasta in frigo, ho steso subito, intagliato dei biscottini rotondi, li cotti per 15 minuti  a180°C.

Sono deliziosi, la casa era pervasa di un meraviglioso aroma di vaniglia, i biscottini sono friabilissimi e il gusto di limone davvero piacevole.
La dose non è eccessiva, quindi si possono rifare agevolmente.

SPENNELLATI CON UN PO' D'ACQUA E DECORATI CON SEMI DI LINO O... STELLINE DI ZUCCHERO... D'ALTRONDE QUESTI SONO BISCOTTI QUASI DELLA SALUTE! 


mercoledì 14 novembre 2012

Giornata di febbre...

Chiara ieri ha avuto la febbre abbastanza alta tutto il giorno, ha trascorso la maggior parte della giornata a letto, a volte leggendo a volte dormendo... poi però Anna l'ha coinvolta e per un'oretta si è alzata e si sono dedicate a creare con il das.















Prossimamente vi faremo vedere l'opera finita :) a parte il fatto che ci sono i tempi di asciugatura, Chiara non ce la faceva più a tenere gli occhi aperti...


domenica 11 novembre 2012

San Martino: il dolce tipico decorato con i bambini.

Venerdì ci siamo trovati a casa di una compagna di Anna con altri bambini della classe e abbiamo decorato i tipici dolcetti di pasta frolla, usando glassa colorata e pennelli.

Dieci bimbi all'opera hanno decorato i San Martino per tutti i compagni di classe, un laboratorio all'insegna della condivisione: i bambini hanno decorato i dolcetti per tutti, poi una volta asciutti noi mamme li abbiamo confezionati e il giorno dopo, all'uscita della scuola ognuno ne ha ricevuto uno...
La regola, stabilita (dalla sottoscritta) all'inizio del laboratorio, era che tutti i San Martino sarebbero stati messi assieme e ogni bambino ne avrebbe ricevuto uno, ma non necessariamente quello decorato da lui.
Un piccolo tentativo di insegnare ai bambini il bello della condivisione e del donare.



























L'idea di usare la glassa con il pennello, come fossero dei colori a tempera me l'aveva data
FATA CUOCA che si occupa di cucinare per i bambini dell'asilo nido ed ha sempre tantissime idee carine. Per il 6 compleanno di Chiara avevo fatto i coriandoli e le bambine avevano gradito moltissimo dipingerli.
Poi per la materna avevo fatto dei biscotti a forma di Arlecchino e a forma di pagliaccio ed entrambe le classi delle mie figlie si erano dilettate nella dolce pittura assieme alle maestre.
Quindi mi era sembrata una buona proposta per i bambini della prima C.
Ecco parte della loro coloratissima collezione!


























Altre idee per il San Martino le trovate qui e qui.
Chiara e Mary, hanno partecipato al laboratorio in veste di sorelle maggiori ed hanno decorato due San Martino più grandi che sono stati portati rispettivamente in prima e quarta C!








domenica 4 novembre 2012

TRE, DUE, UNO... torta di Natalia però con farro!




Dal libro di Natalia RICETTE PER GIOCO ;-) ho sperimentato questa ricetta, utilizzando però il Fornetto Versilia e miscelando la farina "00" con quella di Farro Integrale (150gr di "00" e 150 di Farro)



La cottura nel Fornetto Versilia è durata un'ora contro i 45 minuti previsti per il forno tradizionale, la torta è venuta morbidissima e con un piacevolissimo gusto di limone.

La cottura con il Fornetto prevede di posizionarlo sul fuoco più piccolo , quello del caffè per intenderci, per 5 minuti a fiamma vivace per poi abbassare al  minimo e terminare la cottura.
Aprite il fornetto solo allo scadere del tempo e controllate la cottura con lo stecchino.
La particolarità di questa cottura, oltre al risparmio energetico, sta nel fatto che le torte vengono tutte molto soffici. Anche quando non si montano gli albumi come in questo caso.

sabato 3 novembre 2012

Homemade Optimist ;)

Ieri pomeriggio, al rientro dall'allenamento di vela, Chiara ha prodotto questo modellino di Optimist usando cartoncino, colla , forbici e le conoscenze tecniche insegnatele dalla sua giovane allenatrice!



domenica 28 ottobre 2012

Ghirlanda per Halloween

Anche ad Halloween, come in ogni festività, ci vuole una ghirlanda o decorazione da appendere all'esterno della porta per far capire che in questa casa si festeggia la ricorrenza.

Le bambine ed io ci siamo cimentate in una ghirlanda tutta all'insegna del riciclo.
Il pipistrello è stato ricavato da un pezzo di cartone recuperato da uno scatolone, dipinto con tempera nera e i fantasmini dalla plastica da imballaggio.

















Ora abbiamo una porta di casa davvero da brivido!
I fantasmini sono appesi al pipistrello con del filo trasparente e i vari livelli di plastica da imballo li rendono "svolazzanti" e danno movimento alla porta ;)



All'interno la porta è decorata da questa bella zucca disegnata da Chiara, la quale ha voluto aggiungere anche un bel cappello da strega!


Una "ghirlanda" per ogni occasione:


sabato 27 ottobre 2012

Burattini da dita per Halloween.

Metti un sabato pomeriggio di pioggia senza uscite in barca a vela... trascorso attorno ad un tavolo a creare per Halloween e questa è l'idea che ci è venuta!

Chiara, Anna e Teresa hanno dato libero sfogo alla loro fantasia per realizzare questi mostruosi burattini da infilare sulle punte delle dita.
La nostra cerata rossa è tornata sul campo di battaglia e le piccole manine si sono messe all'opera, facendo a gara a chi avrebbe trovato l'idea più terrificante.
Dopo aver creato...  hanno trascorso il resto del pomeriggio inventando storie con i loro nuovi burattini.




MOSTRI, ZUCCHE, PENTOLONI, PIPISTRELLI, STREGHE e FANTASMI !






Altre idee per Halloween da realizzare in casa con i bambini: